Conclusione di un anno intenso

Un anno intenso quello che ha visto impegnato il Corpo Bandistico di Centrale. Ai tradizionali concerti e servizi svolti nel comune si sono aggiunti alcuni importanti scambi. In primis quelli con il Complesso Strumentale “Marzotto” di Valdagno e la Banda “Mascagni” di Bolzano (BZ). Importante la collaborazione e la sinergia che si √® venuta a creare con l’Orchestra dei Fiati della Provincia di Vicenza la quale recentemente sta operando da collante formativo tra diverse realt√† del territorio.¬†Da ricordare anche il recente Concerto di S. Cecilia, ospiti dei vicini amici della Banda di Sarcedo.
Un plauso a suonatori e sostenitori che, volontariamente, hanno ristrutturato e sistemato la vecchia sede del Corpo Bandistico: dal primo dicembre – dopo alcuni anni trascorsi nelle ex scuole di Grumolo – il gruppo si √® trasferito nell’originaria sala prove di Centrale, in Via Madonnetta.
Con il tradizionale Concerto di Natale il Corpo Bandistico offre alla cittadinanza e agli appassionati brani di genere diverso, per tutti i gusti, caratteristica che da anni viene valorizzata: si spazia dal Musical ai ritmi del rock latino passando per brani originali per banda senza dimenticare trascrizioni di brani popolari. La seconda parte del concerto sar√† dedicata al Natale con una piccola curiosit√†: l’esecuzione (suoni e voci) di un canto di questua natalizio, una stella tradizionale ¬†appartenente al repertorio della Bandabrian trascritto appositamente per banda.¬† L’epilogo dell’anno, a fine dicembre, vedr√† il Corpo Bandistico impegnato per le strade comunali a rallegrare ed augurare buone feste ai compaesani. Altra usanza che negli ultimi novant’anni porta la banda tra le case per raccogliere anche il sostegno di chi ancora pensa che la pi√Ļ antica forma di associazionismo presente nel paese possa guardare avanti con fiducia.